Apre lo sportello di tutela e ascolto per gli immigrati

Uno sportello di tutela e ascolto per gli immigrati del territorio. Il progetto, sostenuto con i fondi “Otto per mille” della Chiesa Valdese, è stato sposato da tre realtà del terzo settore molto attive nell’ambito dell’inclusione sociale e dell’accoglienza: la cooperativa e impresa sociale onlus Solidarietà e Sviluppo, il comitato territoriale Arci di Grosseto e la società cooperativa sociale Il Melograno.
Il progetto nasce con lo scopo di rafforzare la rete di sportelli che favoriscano il sostegno e facilitino l’accesso ai servizi per tutti gli immigrati che si trovino in difficoltà nell’espletamento delle pratiche giuridico-amministrative, ma anche un “luogo” di ascolto e presa in carico del bisogno con l’obiettivo di trovare una soluzione.


Le attività dello sportello riguardano, nello specifico: l’assistenza qualificata per la compilazione dei moduli, il controllo dello stato delle pratiche, la consulenza e compilazione delle domande di ricongiungimento, cittadinanza, decreto flussi, test lingua italiana etc. E ancora: l’orientamento dei servizi socio-sanitari; l’informazione e consulenza sui corsi di lingua italiana, l’iscrizione anagrafica, SS, scelta medica, codice fiscale... Infine: la tutela psico-socio-sanitaria; la tutela nell’ambito dello sfruttamento lavorativo e sessuale, tratta ed accattonaggio, l’orientamento e accompagnamento all’inserimento lavorativo e la mediazione linguistico-culturale.

Solidarietà e Sviluppo, dal 2017, gestisce numerosi CAS nella provincia di Lucca e collabora alla gestione di CAS nelle province di Grosseto e Sassari. Inoltre gestisce un progetto di accoglienza per MSNA (Minori Stranieri Non Accompagnati) nel comune di Massa Marittima. La sede principale è a Fornoli, nel comune di Bagni di Lucca. La cooperativa offre ai richiedenti asilo molteplici servizi di integrazione come: mediazione linguistica-culturale, supporto ai servizi legali e sanitari, collaborazione con le ASL territoriali per supporti, psicologici e psichiatrici; progetti di inclusione culturale, orientamento scolastico e professionale mediante collaborazione con i locali centri per l’impiego.

“Il nostro sportello – spiega il presidente di Solidarietà e Sviluppo Alessandro Ghionzoli – si trova in via Giordania 211 a Grosseto. Qui è possibile trovare persone preparate, pronte a soddisfare i bisogni degli immigrati ed aiutarli anche con il supporto di avvocati e altri professionisti, in modo che la presa in carico sia fatta da professionisti adeguatamente formati ed in equipe”.

Lo sportello è aperto al pubblico lunedì, mercoledì e venerdì - dalle ore 9 alle 13 – oppure martedì e giovedì pomeriggio – dalle ore 14 alle 18. Per prendere appuntamento, è possibile scrivere un messaggio su WhatsApp al numero (o chiamare direttamente) il numero: 3924616749.