Auguri di buona Pasqua

"Innanzitutto desidero salutare, augurare buone festività pasquali e, nel contempo, ringraziare i miei collaboratori: i soci della cooperativa, i volontari e gli operatori a ogni titolo. Vorrei inoltre rivolgere gli auguri all’Associazione Partecipazione e Sviluppo nostra amica e collega, che è una organizzazione no-profit iscritta all’Albo nazionale che adesso si chiama RUNTS (Registro Unico Nazionale del terzo Settore) a cui è iscritta anche la Cooperativa Solidarietà e Sviluppo che, in questo caso, rappresento.

In questo periodo di festa vorrei fare gli auguri anche ad ognuno dei colleghi che operano a Grosseto e a Sassari, condividendo insieme con tutti le aspettative, il lavoro e le nostre soddisfazioni e, fra loro, al gruppo delle donne che si riuniscono qui a Lucca per ottenere la Certificazione Europea di Genere per la nostra cooperativa (che è un importante riconoscimento al ruolo della donna nel mondo del lavoro); ruolo che non sempre è riconosciuto e apprezzato ma che intendiamo valorizzare rispettandone la peculiarità e la specificità La Certificazione di genere significa anche il riconoscimento del ruolo femminile nel nostro lavoro, combattendo le discriminazioni per affermare almeno nella nostra cooperativa, la parità nel trattamento economico con gli altri lavoratori nelle stesse mansioni.

Il nostro saluto e augurio di buone festività pasquali, va anche, in particolare, alla Prefettura di Lucca con la quale siamo in stretta anzi strettissima collaborazione. A questo proposito desideriamo salutare e ringraziare il Signor Prefetto, dott. Francesco Esposito, la dottoressa Cassone viceprefetto vicario, il dottor Capozza e la dottoressa Fedi insieme ad altri collaboratori come la dott.ssa Trimarchi, la dott.ssa Reale e tutto il settore amministrativo. Ma qui vogliamo ricordare anche le Prefetture di Grosseto e Sassari con le quali collaboriamo attivamente sui rispettivi territori.

Vogliamo inviare i nostri migliori auguri anche alle amministrazioni dei territori sui quali insistono i nostri centri di accoglienza nelle province di Lucca, Grosseto e Sassari e, in particolare, il sindaco e la giunta di Bagni di Lucca dove si trova la nostra sede principale.

A questo punto mi sembra doveroso inviare un saluto e un augurio anche a tutti gli ospiti dei nostri centri di accoglienza che vengono da tante parti del mondo (in particolare Africa e Asia) fuggiti da situazioni di emergenza causate da guerre, violenze e carestie.

Infine, come non ricordare, in questo periodo di festa e di gioia, le migliaia di giovani, donne e bambini che perdono la loro vita nell’attraversamento dei deserti o dei mari o che muoiono segregati nelle oscure prigioni libiche e in tanti altri centri di detenzione sparsi nel mondo. Infine, come non ricordare i bambini, i giovani e le donne di Cutro che sono morti a 100 metri di distanza dalla salvezza e dalla libertà. Mi associo all’auspicio di Papa Francesco, che tutte queste morti e questo dolore possa occasionare una maggiore presa di coscienza della realtà, che tutti gli uomini politici di buona volontà di tutta Europa e del mondo libero e benestante, possano creare percorsi e occasioni di accoglienza per tutti coloro che hanno bisogno e necessità di essere accolti perché nell’intelligenza degli uomini possano diventare non solo e non tanto emergenza ma anche e soprattutto risorsa per la loro vita e per il nostro vivere".

Il presidente, Alessandro Ghionzoli